Oggi è ...
Grazie a tutti...
abbiamo appena raggiunto
1.790.000 visite

Veronica De Simone, caschetto biondo e tanta grinta

Da The Voice of Italy a Sanremo

di Nadia Macrì - 23 gennaio 2014
3792

Fra i giovani che parteciperanno al Festival di Sanremo, vi presentiamo la seconda donna in gara: Veronica De Simone.

Concorrente lo scorso anno del programma televisivo “The Voice of Italy” nel team di Raffaella Carrà, sarà a Sanremo con il brano Nuvole che passano, scritto per lei da Pietro Cantarelli (il noto produttore di Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Samuele Bersani e molti altri) e già in vendita su iTunes per la Universal, major con la quale ha già prodotto nel 2013 il suo primo Ep Nati liberi.
Anche a lei abbiamo proposto le stesse domande che abbiamo già utilizzato con Zibba, Diodato e Bianca, e ancora una volta le risposte sono molto diverse... Sarà il nuovo caschetto biondo del panorama musicale?

 

Sanremo è un'occasione per farsi ascoltare da tantissima gente: ma è un arrivo o una partenza?
Sanremo è Sanremo, che tu sia arrivato, partito o in viaggio. Io vivo nel presente così mi gusto il traguardo e mi preparo per il trampolino di lancio, sono un tipo sportivo. 

 

Hai ascoltato i brani degli altri giovani in gara? Chi ti incuriosisce di più musicalmente?
No, non ho ascoltato ancora nulla, voglio godermi tutto dal vivo!

 

E se ci fosse stata la serata dei duetti anche per le nuove proposte, con quale artista ti sarebbe piaciuto condividere il palco dell'Ariston?

Quando penso a Sanremo, la prima immagine che ho in mente è Wilson Pickett che canta Non sarà un'avventura di Battisti (vedi il video qui). Tempi in cui la musica italiana era molto rispettata anche in America... Quindi non posso far altro che immaginarmi su quel palco con ognuno dei grandi artisti che in passato hanno omaggiato la canzone italiana, da Ray Charles a Stevie Wonder.

 

Venti anni fa il successo di Laura Pausini è iniziato dal festival della canzone italiana... sono cambiati i tempi o è ancora possibile diventare star partendo da Sanremo?
Non ne ho la più pallida idea. Il mio unico obiettivo è onorare quel palco, il dopo si vedrà al momento opportuno.

 

Manca comunque solo un mese al Festival: è tutto pronto? Prenotato l'albergo, scelti i vestiti, mandato gli inviti... 
Mi sembra di prepararmi ad una specie di matrimonio con la musica! Ahaha! E come in tutti i matrimoni... bisogna stare sulle spine fino all'ultimo!

 

E cosa non potrà mancare nella tua valigia?
Il coraggio, quello non può mancare mai!

 

Facciamo un passo indietro, come nasce il tuo amore per la musica?
Mi sento di dire che mi sento nata con la musica nell'orecchio! Insomma ognuno nasce con la propria predisposizione particolare o sensibilità e la musica è il mio mondo naturale. L'arte in generale, dal cinema alla pittura mi ha insegnato e educato sempre come un genitore attento.

 

In Italia la strada per gli emergenti non è semplice: ma sono di più le speranze o le paure per voi giovani artisti?
Senza paura non esiste il coraggio, sono due lati della solita medaglia. Tutto dipende da come trasformi la paura, io personalmente cerco di andare sempre oltre, perché la vita è una sola e mi piace giocarmela bene!

 

In chiusura una domanda semi-seria: qual è la tua nota musicale preferita e perché?
La frequenza del cuore. Non so come si chiami ma quando canto la sento, quindi accendo quella.


Veronica De Simone - Nati liberi
1
L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Musica - Ultime news...
25 nov 2019 | 1522
11 mar 2019 | 1863
19 feb 2019 | 2360
17 feb 2019 | 2045
16 feb 2019 | 1991
12 feb 2019 | 1629
9 feb 2019 | 1651
9 feb 2019 | 2276
8 feb 2019 | 1785
7 feb 2019 | 1567
6 feb 2019 | 2978
6 feb 2019 | 1713

Musica

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB