Oggi è ...
Grazie a tutti...
abbiamo appena raggiunto
1.790.000 visite

Riflettori su Tony Colombo

28 anni, 22 dischi pubblicati e... ballerino a "Ballando con le Stelle"

di Nadia Macrì - 24 novembre 2014
1452

Tony Colombo è un artista che a soli 28 anni ha già pubblicato 22 dischi, il primo nel 1994 all’età di 7 anni; da quell’anno in poi numerosi sono stati i dischi e concerti con numeri importanti in giro per il sud e buona parte dell’Italia e del mondo, tanto che anche Milly Carlucci si accorge di lui tanto da averlo voluto come concorrente nel suo programma “Ballando con le Stelle”. Ha debuttato così in pista insieme alla maestra Anastasia Kuzmina, ottenendo un grande successo con il picco di ascolto durante la loro  prima esibizione e oltre 5 milioni di telespettatori, ma nonostante i tentativi di ripescaggio, sabato scorso sono stati eliminati dalla gara. Se questa volta fosse amore è invece il titolo del nuovo singolo del cantante in rotazione radiofonica dal 24 Ottobre. Il brano, scritto da Alberto Laurenti e Silvestro Longo, è un inno all’amore pulito fatto di piccoli gesti e di grandi attenzioni verso le cose semplici della vita. Lo raggiungiamo fra sale di ballo e gli incontri con i fan.

A soli 28 anni hai già pubblicato 22 dischi... non sono un po' troppi?

Mi rendo conto che agli occhi dei puristi della musica possono sembrare tanti in così poco tempo ma io sono sempre stato sempre libero dalle logiche discografiche abituali e quando scrivo e registro le mie canzoni le ho sempre pubblicate senza aspettare che invecchiassero nel cassetto.

E fra tutte le canzoni a quale devi il grazie più grande?

Ogni canzone ha una sua storia ed un suo perchè ed il grazie va sempre all’ultima perché è quella dalla quale ti aspetti sempre qualcosa in più.

Mezza Italia ti adora e l'altra mezza non ti conosce ancora... è il genere neo melodico che mette i paletti e limita il pubblico a certi particolari target di confine?

Il genere neo melodico è di per sé un genere “territoriale” legato ad un certo sud e questo è un dato di fatto. La musica non deve piacere a tutti per forza, quindi bisogna accettare che alcune espressioni musicali non piacciano a tutti. Viviamo in un Paese che ha ancora dei pregiudizi nei confronti di certi generi, delle classi sociali o della lingua stessa quindi è normale che chi come me usa linguaggi semplici e melodie che vanno dritte al cuore possa non arrivare a tutti. Ma l’importante è credere in ciò che si fa e portare avanti le proprie convinzioni.

"Se questa volta fosse amore" è il tuo ultimo singolo uscito pochi giorni prima del tuo ingresso nel cast del sabato sera di rai 1, ha portato bene?

Senza volerlo o saperlo sì. La data di uscita era stata stabilita ed il caso ha voluto che dopo pochi giorni dall’uscita del singolo Milly Carlucci e Ballandi hanno chiamato!

Pensi che senza le polemiche riportate in rete e sui giornali rispetto alla tua esclusione iniziale, tanto che anche durante la conferenza stampa di presentazione della trasmissione sei stato citato dai giornalisti, tu saresti lo stesso rientrato fra i concorrenti?

Io penso di essere entrato, anzi rientrato, perché Milly con la squadra degli autori fossero convinti sin dall’inizio della mia candidatura.

E tu che hai calcato palchi prestigiosi e sei abituato a varie performance, come hai vissuto la pista da ballo?

Una cosa completamente nuova. Un'emozione fortissima non paragonabile ad altro.
Tenterai con la stessa caparbietà di arrivare al Festival di Sanremo?Ci proveremo, ma non sarà facile.

Hai inciso sulla tua pelle una frase provocatoria, ma con chi "è guerra aperta"?

Ognuno di noi combatte ogni giorno la propria guerra per sopravvivere. La mia guerra la combatto con le armi dell’amore…

In chiusura una domanda semi-seria: qual è la tua nota musicale preferita e perchè?

Il DO perché è la prima.


Tony Colombo – Se questa volta fosse amore
1
L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Musica - Ultime news...
25 nov 2019 | 317
11 mar 2019 | 659
19 feb 2019 | 807
17 feb 2019 | 748
16 feb 2019 | 623
12 feb 2019 | 556
9 feb 2019 | 568
9 feb 2019 | 901
8 feb 2019 | 649
7 feb 2019 | 585
6 feb 2019 | 831
6 feb 2019 | 701

Musica

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB