Oggi è ...

Lorenzo negli stadi 2015

Per Fratelli d'Arte Magazine la galleria fotografica di Andrea Brusa

di Loredana Lanzoni - 22 giugno 2015
1803

La sera del 20 giugno allo Stadio del Conero di Ancona ha preso vita il nuovo tour di Lorenzo Jovanotti Cherubini “Lorenzo negli Stadi 2015”.  Un tour in cui il cantautore ha veramente superato se stesso, portando in scena non un concerto, ma uno show vero e proprio dove suoni, immagini, luci e colori si fondono formando uno spettacolo unico.

Ancora prima che inizi lo spettacolo si rimane colpiti dal mega schermo di 800 mq a forma di fulmine, una saetta che prosegue nel palco fino a scaricarsi in mezzo al pubblico. Nel suo sito web, JovaTV,  il cantante afferma di aver scelto il fulmineperché è contemporaneamente il passaggio tra il cielo e la terra, energia, elettricità, rapidità, meraviglia, velocità, luce nella notte ma è anche una crepa che dichiara la nostra fragilità che, dinamica e pericolosa, dichiara uno stato di assoluta precarietà delle cose. E a cavallo di questo crinale si arricchisce l’esistenza e quindi questo spettacolo. Anche il rock‘n’roll per certi versi è una crepa/fulmine. Questo è la funzione che mi piace attribuire a questo show: devi uscire con una motivazione in più; ricordando un fatto semplice: siamo vivi in questo momento, in questo pezzo di tempo che ci è dato da vivere e il fulmine è la crepa che segna il nostro passaggio di conoscenza. Lo spettacolo è questo: un ponte, un passaggio, un rito moderno laico per dire “ehi tu, sei vivo, sei qui , adesso sei qui! “E’ un rito importante, intenso, liberatorio, unico. Una delle ultime esperienze del corpo rimaste, insieme al fare l’amore, che è comunque un’attività imparentata con quello che può accadere in un concerto come il mio. Se non si esce dallo stadio con almeno un po’ la vita cambiata, una carica, una spinta, una gioia o un pensiero in più, non ha senso.”

Il compito di intrattenere, preparare e scaldare gli spettatori prima dello show è stato dato al rapper in ascesa Maurizio Piscottu in arte Salmo, definito dallo stesso Jovanotti “la rima più potente del west”. Salmo ha anche collaborato con la regia del video di Sabato.

Quando le luci si sono spente è partito un vero e proprio cortometraggio ambientato in un prossimo futuro dove si è stabilito uno strano “ordine” e spetta proprio a Lorenzo ristabilire il “disordine” tornando nel passato aiutato da Ornella Muti, ma prima che lui parta,  l’attrice, risponde alla domanda che tutti gli adolescenti si fanno: “I baci dei film sono baci veri?” e la risposta non poteva che essere affermativa: “Sì, i baci sono sempre veri”.

Dal momento in cui Jovanotti si ritrova sul palco cantando  Io penso positivo,  sono partite due ore e mezza quasi ininterrotte di musica, video e giochi di luce, che hanno trasformato lo stadio in grande palcoscenico a cielo aperto. Lorenzo ha scelto di comunicare poco attraverso la parola, ma utilizzandol’immaginario dei supereroi, Miyazaki, Adventure Time, Bollywood, le Superchicche, Burning Man,  il motocross,  l’Africa, i fumetti di Moebius, Zagor, il funk,  i cartoon coreani,  il cinema,  la fantascienza,  le arti marziali, le metamorfosi di Ovidio, il poema cavalleresco, Interstellar,  Birdman,  Mad Max,  il finale di 8 1/2 di Fellini, la provincia,  i film romantici,  le officine dove si truccano i motorini, i videogame,  la mitologia classica, Star Wars, il luna park, lo sport, il viaggio, i nativi americani,  i bar sulle spiagge e tutto quanto di misterioso c’è nelle cose che ci attraggono senza sapere il perché”.

In “Lorenzo nel Stadi 2015” Jovanotti è stato accompagnato dalla band composta da: Saturnino al basso, Riccardo Onori e Daniele Bronzini alle chitarre, Franco Santamecchi al piano, Christian “Noochie” Rigano alla tastiera, Gareth Brown alla batteria, Leonardo di Angilla alle percussioni, Federico Pierantoni al trombone, Glauco Benedetti e Mattia Dalla Pozza ai sax e Antonello Del Sordo alla tromba.

Ecco la lunga scaletta del concerto:

Penso positivo
Tutto acceso
Attaccami la spina
L’Alba
Una scintilla
Sabato
Il più grande spettacolo dopo il Big Bang
Bella
Stella cometa
Ora
Fango
Il mondo è tuo
Non mi annoio / Falla girare / La scienza, bellezza / Tanto tanto tanto
L’ombelico del mondo
Musica
L’estate addosso
Estate
Le tasche piene di sassi
L’astronauta
Serenata rap
Come musica
Tutto l’amore che ho
La notte dei desideri
Tensione evolutiva
Mezzogiorno
Ragazzo fortunato
A te
Gli immortali
Ti porto via con me


Le prossime date del tour:

25-06-2015 Stadio San Siro – Milano
26-06-2015 Stadio San Siro – Milano
27-06-2015 Stadio San Siro – Milano
30-06-2015 Stadio Euganeo – Padova
04-07-2015 Stadio Artemio Franchi – Firenze
05-07-2015 Stadio Artemio Franchi – Firenze
08-07-2015 Stadio Dall’Ara – Bologna
12-07-2015 Stadio Olimpico – Roma
18-07-2015 Stadio San Filippo – Messina
22-07-2015 Stadio Adriatico – Pescara
26-07-2015 Stadio San Paolo – Napoli
30-07-2015 – Arena della Vittoria - Bari


L'autore

Loredana Lanzoni

Nasce a S. Benedetto Val di Sambro (BO) nel 1972. Nel 2011 consegue la Laurea Magistrale in Economia e Management delle Imprese Cooperative e delle ONP.
Ha sempre lavorato in ambito amministrativo-contabile ma fin da piccola nutre la passione per lettura e la scrittura. Le piace ascoltare musica soprattutto italiana.
Cerca
Musica - Ultime news...
11 mar 2019 | 368
19 feb 2019 | 442
17 feb 2019 | 396
16 feb 2019 | 324
12 feb 2019 | 268
9 feb 2019 | 277
9 feb 2019 | 527
8 feb 2019 | 324
7 feb 2019 | 328
6 feb 2019 | 457
6 feb 2019 | 385
5 feb 2019 | 273

Musica

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB