Oggi è ...

Lisistrata: il potere delle donne

Il sesso come arma di potere

di Emanuela Grassi - 10 giugno 2014
3441

La donna emarginata dalla politica e capace di un ingegnoso piano: questa la storia che racconta già nel 411 a.c. uno dei principali esponenti della Commedia antica, il commediografo greco antico,  Aristofane. L’opera fu rappresentata per la prima volta ad Atene, alle Lenee del 411 a.C. da un certo Callistrato che alcuni studiosi ritengono un semplice pseudonimo di Aristofane.

 


Il potere delle donne - © Angiulli
Il potere delle donne
La trama dell’opera è incentrata sul potere delle donne ed in particolare dell'ateniese Lisistrata, che per porre fine alla lunga guerra del Peloponneso che travaglia la Grecia, convince tutte le donne elleniche a uno sciopero del sesso, di carattere ricattatorio; in appoggio a questo sciopero fa occupare dalle concittadine l'Acropoli, ove era conservato il tesoro della lega di Delo. Di fronte a un ricatto del genere, connesso com'è a un bisogno primario, gli uomini della Grecia non possono che cedere. Gli spartani stessi vengono a offrire quella pace che per l'Atene del 411 a. C. - anno nel quale venne rappresentata la commedia - sarebbe stata provvidenziale nonchè impossibile.

 


I ragazzi del liceo Tarantino - © Angiulli
Una storia ancora attuale
A metterla in scena ai giorni nostri sono stati i ragazzi del Liceo statale “G. Tarantino” di Gravina in Puglia, a conclusione del PON “Laboratorio di creatività teatrale” che la scuola realizza da più di dieci anni. Progetto reso possibile grazie al sostegno del dirigente scolastico Berardo Guglielmi, orgoglioso della sua scuola e sensibile alle potenzialità di formazione che il teatro.
Due le repliche al teatro gravinese “Vida”, una ad Altamura al teatro Mercadante rispettivamente il 3 e 4 giugno. Al teatro Mercadante, gli studenti hanno preso parte alla rassegna di teatro scolastico diretta dal professor Francesco Vulpio ed organizzata dall’Itc “Genco” di Altamura grazie al sostegno della dirigente scolastica professoressa Rachele Indrio.
Ad Altamura, “Lisistrata” ha anche ricevuto il premio da parte della giuria per il cast omogeneo e spumeggiante nel quale ciascun componente in ogni istante della rappresentazione scenica ha esplicitato una coralità di voci e di personaggi offrendo al pubblico in chiave contemporanea un'opera classica assai difficile e delicata dal punto di vista tecnico e ritmico, sottolineando grazie alla regia attenta e originale, il messaggio finale con equilibrio ed eleganza.


Grande successo - © Angiulli
I ragazzi, tutti del trienno, hanno calcato il palcoscenico interpretando i rispettivi ruoli in modo frizzante e divertente con l’attenta regia e l’adattamento della professoressa Elisabetta Falagario e sono stati guidati nel percorso del progetto teatrale dalla  tutor, la professoressa Elisabetta Rubini, attrice della compagnia “Colpi di scena” che ama il teatro e che è riuscita a trasmettere la sua passione ai suoi studenti. Sia i docenti che i ragazzi, a fine rappresentazione, hanno dichiarato di essere soddisfatti della splendida esperienza vissuta che è andata ben oltre le trenta ore scolastiche dedicate al progetto ed il cui risultato ha conquistato grande consenso di pubblico nelle due città.

In scena, Miriam Bruno, Vito Portagnuolo, Francesco Parisi, Amos Mastrogiacomo, Vincenzo Angiulli, Francesco Pio Cancelllara, Lucia Cappiello, Graziana Evangelista, Mattia Lombardi, Ida Lopez, Grazia Lorusso, Teresa Loverre, Soumaya Imdi, Marcella Matera, Adriana Olivieri, Giuseppe Orofino, Silvia Pappalardi, Matteo Scarnero, Maria Bruna Vitucci, Giuseppe Leone.

 


Lucia Cappiello - © Angiulli
Musica e scenografia 
Uno spettacolo a tutto tondo che ha visto insieme varie forme di teatro, dalla semplice interpretazione attoriale a momenti musicali ricercati appositamente per l’opera da parte dell’architetto greco Anastasio Kiumurgis e cantati dalla seducente voce di Lucia Cappiello accompagnata dal vivo da Luigi Calendano e da Anastasio Kiumurgis.
Semplice ed essenziale la scenografia, realizzata dalla professoressa Maria Tucci e dal professor Angelo Angiulli mentre luci e audio sono state curate da Miki de Leonardis.

 


L'autore

Emanuela Grassi

Emanuela Grassi è nata ad Altamura (BA) nell’agosto del 1977. Laureata in lingue e letterature straniere nel marzo del 2004, è diventata giornalista pubblicista nel febbraio 2006 ed europrogettista nel 2013. La comunicazione ed il turismo sono i settori in cui si è specializzata sia nella sua città natale dove attualmente è tornata a vivere, Gravina in Puglia, che nella città in cui ha vissuto per dieci anni, Pescara. Varie le mansioni che ha ricoperto in questi due ambiti: da fotoreporter a giornalista di carta stampata, tv e radio; da giornalista di quotidiani on line, web tv e web radio ad addetto stampa di varie realtà culturali e sportive nonché moderatrice di dibattiti e presentazioni di libri e presentatrice di eventi culturali. Nel settore turistico è stata interprete e traduttrice, addetta al front office negli uffici di informazione e accoglienza turistica. Oggi, collabora saltuariamente con il gruppo Edilife di Dipalo Francesco, azienda che opera nel campo della comunicazione e del marketing sul web; è la responsabile dell’ufficio stampa del Teatro Vida, una delle realtà culturali gravinesi nata con l’intento di far conoscere alla gente i molteplici linguaggi artistici teatrali; è Direttore di testata del quotidiano radiofonico on line di musica, attualità, notizie e gossip Radio Studio A. Inoltre, è l’ideatrice e conduttrice del format Mi libr(ere)i in volo, con cui attraverso brevi interviste a scrittori affermati e non, si impegna nel diffondere la sensibilizzazione verso la lettura e l’amore per i libri.
Passione, determinazione ed intraprendenza sono le parole chiave della sua filosofia di vita. 
Cerca
Teatro - Ultime news...
10 mag 2018 | 656
21 feb 2017 | 1008
29 gen 2017 | 1211
20 gen 2017 | 909
17 gen 2017 | 938
7 nov 2016 | 961
2 mag 2016 | 1223
15 feb 2016 | 1407
1 feb 2016 | 1269
23 gen 2016 | 1196
15 lug 2015 | 1751
31 mag 2015 | 1599

Teatro

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB