Oggi è ...

L’ABBIAMO FATTA GROSSA
e il sogno Rocco

Il sogno realizzato di Rocco, ragazzo affetto da leucemia, che ritrova il sorriso recitando con Verdone

di Redazione - 30 gennaio 2016
857

Rocco è un giovane campano di 17 anni di Nocera Inferiore con un desiderio nel cuore  che   esprime ai volontari di Make-A-Wish® Italia, la Onlus con sede a Genova che dal 2004 opera su tutto il territorio nazionale per realizzare i desideri di bambini e ragazzi malati: «Vorrei recitare in un film con Carlo Verdone».

 Così lui, che in seconda liceo ha scoperto di essere affetto dalla leucemia, ha chiesto di poter partecipare un film di Carlo Verdone: «Volevo provare l’emozione dell’essere su un vero e proprio set cinematografico, sentirmi attore per un giorno, recitare qualche battuta, entrare a far parte dell'immensa squadra di lavoro che si occupa di ogni singola scena. Insomma, vivere l’atmosfera del cinema che rende immortale ogni attimo» - ha, infatti, dichiarato Rocco, che da tempo si dedica con passione alla recitazione frequentando corsi di teatro. «So che il cinema è molto diverso dal teatro e proprio questo mi ha incuriosito. Sapevo che per me sarebbe stata una grande occasione, ma avevo timore di avanzare una simile richiesta: non volevo togliere ad altri ragazzi la possibilità di vivere il proprio sogno» - commenta Rocco.
A convincerlo, la sua ragazza dell’epoca, Lisa conosciuta durante un controllo ospedaliero. «Lei si era rivolta a Make-A-Wish prima di me, ne aveva testato disponibilità e sensibilità. Mi sono fidato del suo giudizio e mi sono fatto avanti» - ricorda il ragazzo.

Da lì il passo è stato breve, o quasi: il team di Make-A-Wish® Italia si è messo subito a lavoro per realizzare il suo desiderio, ma nel frattempo, l’improvvisa scomparsa di Lisa, ha portato Rocco a rimandare, ancora una volta, la sua felicità. Fino a che, la mamma e il fratello lo hanno spinto a fare un passo avanti, di nuovo, e a regalarsi un sorriso recitando con uno dei suoi più grandi idoli: Carlo Verdone«Amo tutto di lui: la sua gestualità, il modo di parlare, i personaggi che caratterizza. C’è molto teatro nelle sue performance e, avendolo conosciuto, posso dire che è anche una bella persona, un professionista serio e meticoloso, ma che trova sempre spazio per una battuta o per un consiglio medico, vista la sua nota passione per la medicina» - spiega.

Verdone, in particolare, ha dato la possibilità al giovane non solo di assistere a una giornata di riprese, ma di recitare una piccola parte nel film L’abbiamo fatta grossa, con la regia di Carlo Verdone, prodotto da Aurelio De Laurentiis & Luigi De Laurentiis e che vede co-protagonista Antonio Albanese, al cinema dal 28 gennaio. Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena. Carlo Verdone è Arturo Merlino, un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell’infedeltà della ex moglie ed assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta! Per errore entrano in possesso di una misteriosa valigetta che contiene... 1 milione di euro! Una serie di guai divertentissimi e di rocambolesche avventure, fino a un finale imprevedibile... Una commedia articolata che con una scrittura solida ed elegante, guarda ai vizi e alle corruzioni italiane, donando al pubblico sorrisi e riflessioni.

«È stata un’esperienza fantastica – esulta Rocco - tutto il cast mi ha accolto a braccia aperte, assegnandomi addirittura un camerino riservato, proprio come un vero attore. Per questo ringrazio il team di Make-A-Wish e, in particolare, Cristiana, Silvia e Tiziano che con grande impegno e calore hanno reso possibile il mio desiderio, ma anche mia madre Mirella e mio fratello Raffaele che ancora una volta mi hanno accompagnato e mi sono stati vicini. E grazie, soprattutto a Carlo Verdone che con Antonio Albanese ha stravolto il copione per assegnarmi un paio di battute, fidandosi di me e mostrandosi sempre disponibile e attento. E adesso non mi resta che aspettare che esca il film per godermi la mia prima volta sul grande schermo».

«La storia di Rocco è una di quelle che non si dimentica: è difficoltà, ma anche fiducia, è destino beffardo ma anche seconda opportunità, è insegnamento e speranza. E il suo sorriso sul set è per noi tutti la ricompensa più grande per ogni fatica, per ogni dubbio, per ogni paura». - commenta Sune Frontani, co-fondatrice e amministratore delegato di Make-A-Wish Italia, «È per questi momenti - riprende Frontani, che ha fondato la Onlus con suo marito dopo la perdita della loro bimba, Carlotta, scomparsa a dieci anni per una grave malattia - che lavoriamo con tanta passione, perché esaudire i desideri dei bambini e ragazzi malati significa donare loro una sferzata di energia e di positività che li aiuta ad affrontare i momenti peggiori e a renderli vincibili anche grazie a un sorriso. È questa la nostra magia, perché, dopotutto, l’unico limite ai desideri è la fantasia».


Cerca
Cinema - Ultime news...
18 set 2018 | 134
2 mag 2018 | 228
3 apr 2018 | 313
25 giu 2016 | 1120
21 mar 2016 | 1930
19 nov 2015 | 1870
13 mag 2015 | 1194
11 mag 2015 | 1061
5 mag 2015 | 2369
13 apr 2015 | 1100
29 mar 2015 | 2277
28 ago 2014 | 995

Cinema

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB