Oggi è ...

"MANGO tutte le poesie"
dal 26 novembre in libreria

Un omaggio a Mango e un grande regalo a tutti i suoi numerosissimi fans

di Nadia Macrì - 22 novembre 2015
3075

MANGO tutte le poesie” (Edizioni Pendragon) sarà in libreria e su tutti gli store online da giovedì 26 novembre, e riunisce le poesie che Mango ha scritto con cura e raffinata passione durante la sua breve ma intensa vita, in cui il peso specifico e la ricercatezza di ogni sua parola hanno dato sempre un valore aggiunto anche alle sue melodie.
MANGO tutte le poesie” contiene oltre alle due raccolte di poesia che Mango ha pubblicato nel 2004 e 2007 con i libri “Nel malamente mondo non ti trovo” e “Di quanto stupore”, entrambi Edizioni Pendragon, anche una terza raccolta inedita, “I gelsi ignoranti, che l'artista aveva appena ultimato e stava per consegnare alle stampe.

Riunire in un unico libro le tre raccolte nasce dall'esigenza di rendere nuovamente disponibili ai lettori i primi due testi, oggi andati esauriti, ma soprattutto rispettare la volontà del grande musicista e scrittore Pino Mango, facendo uscire il suo terzo libro, da lui redatto e ultimato in via definitiva.

Versi che ora ci guardano da altezze infinite. Versi che leggeremo con il ricordo della sua voce inconfondibile e insostituibile, quella voce che partiva dal cuore e toccava l’infinito.

Una trilogia, curata dalla moglie e dai figli, che offre al lettore l'intera produzione poetica di uno straordinario artista, del poeta che ci ha insegnato la raffinatezza del titolo prima ancora della canzone, dello scrittore capace di usare le parole con sapienza, rispetto e profonda lucidità intellettuale. Una trilogia  in cui troviamo l’autore, Mango con tutta la sua signorilità e la classe della ricercatezza linguistica.

Una trilogia che diventa riflessione sul senso della vita, pietra da scagliare, carezza d'amore. 

Il libro sarà presentato a Roma, giovedì 3 dicembre alle ore 18:00, a La Feltrinelli di via Appia Nuova e sarà certamente un momento ricco di grandi emozioni per la presenza del grande Mogol, di Marco Presta e specialmente della dolcissima moglie Laura Valente, con la quale ci ha spiegato già nei soli 3 minuti di esibizione sul palco dell’Ariston, in una delle tante edizioni in cui Mango ha partecipato, che l’amore è quell’appoggiare la testa sulla fronte dell’altro. L'amore va oltre.

Diceva Mango durante la presentazione del suo secondo libro:

"E’ solo da poco che ho scoperto la poesia come scrittura, come liberazione dell’anima quando chiede aiuto, quando è massima espressione dell’uomo, come danza infinita, come amplesso di sempre toccato dal cielo e da rami d’ulivo. E’ Shakespeare, è Montale, è Garcia Lorca, è Baudelaire, è Majakovskij, è Pessoa, è Odysseas Elytis, è Pablo Neruda, è Nazim Hikmet e tanti altri ancora che da noiose letture giovanili si scompongono in mille mosaici attuali, fatti di marmo pregiatissimo, con venature che partono dal cuore fino a raggiungere le vette più alte e gli spazi più nascosti e le terre più sconfinate e lontane.Tutto questo è per me poesia. Ecco perchè ho voluto pubblicare questi libri, affinchè partissero anche dalle mie labbra sorgenti nuove per nuovi torrenti d’acqua sempre più limpida e fresca, in cui ogni tanto, tuffarmi, per orientare i miei confini e sconfiggere le mie barriere. I paraocchi gettarli, i limiti capirli, viverli gli amori e capirne, senza nostalgie, i dolori del tempo che mi passa accanto rubando un po’ dei miei colori. Tutto questo è poesia. Ecco perché".

E siamo noi ancora una volta a dire Grazie Mango. Grazie per questo libro che è un regalo dal cielo. Tu ci manchi, ci manca la tua voce, e non ti abbiamo mica "scusato". No, non capiamo ancora pienamente il senso del tuo viaggio, e forse a volte ancora non ci sembra vero. Però grazie perché ci sei e non solo con le tue canzoni anche con le tue poesie inedite. Mango tutte le poesie. Non si possono racchiudere in un libro le emozioni che hai donato e che doni al tuo pubblico, ma abbiamo le tue poesie, che diventano una regola, uno stile di vita, un tesoro. Tanto tu non morirai mai. Tu sei Oro. Oro. Oro.

 

Un ringraziamento particolare a Massimiliano Natale, per le sue intense foto capaci di cogliere l'anima oltre lo scatto e a tutto lo staff di Mango per il bene che ci vuole.

 


L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Letteratura - Ultime news...
10 ott 2018 | 367
19 feb 2018 | 880
21 mar 2017 | 934
15 mar 2017 | 796
12 mar 2017 | 876
15 feb 2017 | 1347
14 feb 2017 | 1035
31 gen 2017 | 1203
16 dic 2016 | 1544
11 nov 2016 | 1676
20 set 2016 | 1120
25 mag 2016 | 1456

Letteratura

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB