Oggi è ...
Grazie a tutti...
abbiamo appena raggiunto
1.790.000 visite

Intervista | Cecile mette a nudo Sanremo

Nata a Roma, porta sul palco del Festival un brano antirazzismo

di Nadia Macrì - 19 gennaio 2016
2829

Abbiamo raggiunto i giovani che parteciperanno al Festival di Sanremo e proposto loro un'intervista con le stesse domande, per confrontare i loro pensieri, le attese e i sogni. Dopo Chiara Dello Iacovo, vi proponiamo Cecile che sarà in gara alla 66ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano N.E.G.R.A. Scritto e prodotto da Lorenzo Lombardi Dallamano - che dirigerà per lei l'orchestra all'Ariston - farà parte del suo album d'esordio che uscirà nella settimana sanremese su etichetta Royal Beat Records.

 Il brano della cantante romana di origine camerunensi, unisce il rap al r&b con sonorità dubstep, ma la forza del brano sta soprattutto sull'uso di due parole che nel ritornello vengono usate in un loop molto crudo e forte: nuda e negra. Il tema è ampio, tocca il razzismo, l'uso della donna, l'ipocrisia. Il videoclip che accompagna il brano è molto forte. Lei ha grinta da vendere... ma si gioca tutto sul palco dell'Ariston, mai come in questo caso l'interpretazione del brano potrà decidere il futuro di Cecile.


Sanremo è un'occasione per farsi ascoltare da tantissima gente: ma è un arrivo o una partenza?
È assolutissimamente un punto di partenza. Non ho ancora ben realizzato che tutto questo che sta accadendo, sta succedendo proprio a me .Sicuramente è un punto di partenza per dare il via a tutti i sogni che ho intenzione di realizzare.

Hai ascoltato i brani degli altri giovani in gara? Chi ti incuriosisce di più musicalmente?
Sì, ho ascoltato gli altri brani. Musicalmente mi piace molto Odio le favole di Ermal Meta e Amen di Francesco Gabbani; quest'ultima mi piace moltissimo a livello autoriale.

E se ci fosse stata la serata dei duetti anche per le nuove proposte, con quale artista ti sarebbe piaciuto condividere il palco dell'Ariston?
Mi sarebbe piaciuto condividere il palco con Nina Zilli, è una delle mie artiste preferite. Sarebbe stato un connubio perfetto, lei mi piace da morire.

Manca pochissimo al Festival: cosa non potrà mancare nella tua valigia?
Guarda è già tanto se mi ricordo la valigia.

Facciamo un passo indietro, come nasce il tuo amore per la musica?
Nasce a circa 3 anni, quando mia nonna mi regalò una piccola pianola. Negli anni mi innamorai del pianoforte che cominciai a suonare a circa sei anni senza mai prendere un'ora di lezione, andavo molto ad orecchio. Negli anni successivi cominciai a cantare in un coro, e alle scuole medie appresi a suonare il violino. Tutt'ora il violino lo suono con passione.

In Italia la strada per i giovani artisti non è semplice: ma sono di più le speranze o le paure per voi giovani artisti?
Personalmente , per come sono fatta io credo siano più le paure.. ma perché purtroppo il futuro è sempre incerto quindi non si sa mai. Ciò nonostante essendo una persona molto iperattiva e soprattutto credendo molto in quello che dico è che faccio,  cerco sempre di fare del mio meglio nella speranza di ottenere dei buoni risultati.

In chiusura una domanda semi-seria: qual è la tua nota musicale preferita e perché?
Aggiungi un'altra domanda: Sei ancora raffreddata Cecile?!  DO. Ho passato l'ultimo periodo fra raffreddore , febbre e bronchite, credo sia la nota giusta! DO.




Cecile - N.E.G.R.A. (Official Video)
1
L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Speciale Sanremo - Ultime news...
18 feb 2019 | 1483
10 feb 2019 | 1335
8 feb 2019 | 898
8 feb 2019 | 988
6 feb 2019 | 1035
10 feb 2018 | 5159
9 feb 2018 | 2691
6 feb 2018 | 2752
6 feb 2018 | 2846
5 feb 2018 | 2405
20 feb 2017 | 3924
16 feb 2017 | 5514

Speciale Sanremo

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB