Oggi è ...

Intervista | Maldestro e la sua Canzone per Federica

Un brano con gli occhi aperti sulla realtà ed il cuore aperto al nuovo

di Nadia Macrì - 24 gennaio 2017
3334

Anche quest'anno Fratelli D'Arte Magazine seguirà dalla città dei fiori la kermesse musicale più attesa, seguita e monitorata, e in questo viaggio verso Sanremo abbiamo raggiunto i giovani che parteciperanno e proposto loro un'intervista con diverse domande uguali, per confrontare i loro pensieri, le attese e i sogni. La prima che vi proponiamo è quella realizzata con Maldestro che sarà in gara alla 67ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano Canzone per Federica.
Maldestro si può considerare l'artista rivelazione della scena cantautorale degli ultimi 2 anni che con il suo primo album Non trovo le parole ha fatto oltre cento concerti, molti dei quali in Festival e palchi prestigiosi come quello del Concerto del Primo Maggio a Roma dove ha infiammato Piazza San Giovanni con i brani Sopra al tetto del comune e l'inedito Facciamoci un selfie.
Le nostre domande sono semplici e vogliono presentare questi giovani artisti alla vigilia di un appuntamento così importante senza toccare temi sociali o particolarmente impegnativi, ma soprattutto in questo caso per conoscere la profondità umana e la grande capacità cantautorale di Maldestro, basterebbe ascoltare la sua canzone in gara che è un inno alla vita, non smielato, con gli occhi aperti sulla realtà, la concretezza della nostra quotidianità, ed il cuore aperto al nuovo!


Manca pochissimo al Festival: cosa non potrà mancare nella tua valigia?
Pochi soldi che mi permetteranno di comprare una t-shirt all’ultimo momento da indossare all’Ariston.

Sanremo è un'occasione per farsi ascoltare da tantissima gente: ma è un arrivo o una partenza?
Una partenza per continuare a costruire.

A livello di preparazione emotiva pensi sia diverso affrontare e conquistare il pubblico del Festival rispetto a quello dei palchi anche grandi dove il pubblico però è  soprattutto quello che hai davanti?
E’ più fredda la situazione, ma bisogna tenere in mente che ci saranno quindici milioni di italiani davanti alla tv. Quindicimilioni? Uanema d’ò priatorio.

Hai ascoltato i brani degli altri giovani in gara? Chi ti incuriosisce di più musicalmente?
Ognuno ha il suo stile. Forse Tommaso Pini è quello che mi incuriosisce di più.

E se ci fosse stata la serata dei duetti, con quale artista italiano ti sarebbe piaciuto condividere il palco dell'Ariston?
Mannoia entra nel ritornello, Masini fa le ottave basse, D’Alessio accompagna al piano e Ron fa le terze. Ho esagerato?

In Italia la strada per i giovani artisti non è semplice: sono di più le speranze o le paure per voi giovani artisti?
Le paure alimentano le speranze.

Facciamo un passo indietro, come nasce il tuo amore per la musica?
Da un pianoforte. A nove anni ho cominciato a suonarlo e d’ogni nota mi apriva una porta sul mondo.

Ma ci avresti creduto se un alieno o un cavallo (per riprendere gli spot sanremesi!) ti avesse detto: Maldestro canterà a Sanremo!
Certo, io vedo alieni e cavalli tutti i giorni. Ho un rapporto di sincera amicizia con loro.

In chiusura qual è la tua nota musicale preferita e perchè?
Non ho una nota preferita, sono tutte sorelle, non vorrei che qualcuna subisse il colpo, ho bisogno di loro. 

 

CANZONE PER FEDERICA - Testo

Sarà che un giorno si brucia come si brucia la vita
sarà che il tempo lo conti appoggiando il naso alle dita
Sarà la legge complessa di questa immensa natura
sarà la forza di piangere non lasciarti da sola

Sarà che ogni caduta è l’inizio di un altro volo
sarà che il meglio di vivere lo trovi in un uomo solo
sarà che siamo creature fatte di polveri e inganni
per correggerci il cuore non basteranno questi anni

Sarà quest’ansia da studio a farti odiare il mattino
sarà il silenzio di un padre a farti amare un bambino
Sarà il tuo libero arbitrio a incasinarti l’umore
sarà che siamo architetti del nostro stesso dolore

Sarà un tuo vecchio nemico il tuo più intimo amico
sarà l’assenza di Dio a portarti verso il tuo io
sarà un tiro di erba a farti stare una merda
quando ti scoppia la testa e vuoi lasciare la festa

Ma tu, cammina, cammina accumula strade lasciando che tutto si muova
Ma tu, respira, respira non chiudere gli occhi se il buio della notte ti trova

Sarà che un fiore resiste il tempo di una stagione
sarà che a volte un abbraccio lo trovi in una canzone
Sarà la noia degli amici di qualche sabato sera
sarà la mamma in cucina che non è più come allora

Sarà ogni porta che chiudi a mescolarti le carte
sarà che quando vuoi andare la moto è ferma e non parte
Sarà che una risposta la trovi dentro a uno sguardo
che un incontro perfetto è frutto di un ritardo

Ma tu, cammina, cammina accumula strade lasciando che tutto si muova
Ma tu, respira, respira non chiudere gli occhi se il buio della notte ti trova

Balla, da sola oppure in mezzo alla gente e canta, perché nessuno ti tolga niente
Ma tu, cammina, cammina accumula strade lasciando che tutto si muova

Sarà che un giorno si brucia come si brucia la vita
sarà che il tempo lo conti appoggiando il naso alle dita
Sarà la legge complessa di questa immensa natura
sarà la forza di piangere


Maldestro - Canzone per Federica (Official video)
1
L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Speciale Sanremo - Ultime news...
18 feb 2019 | 546
10 feb 2019 | 297
8 feb 2019 | 130
8 feb 2019 | 270
6 feb 2019 | 398
10 feb 2018 | 4498
9 feb 2018 | 2037
6 feb 2018 | 2103
6 feb 2018 | 2233
5 feb 2018 | 1539
20 feb 2017 | 3170
16 feb 2017 | 4815

Speciale Sanremo

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB