Oggi è ...

A Sanremo, bella come una mattina d'acqua cristallina

Al Palafiori fra live e interviste anche un'oasi della bellezza

di Nadia Macrì - 10 febbraio 2017
1504

C'era una volta il Festival della Musica Italiana e c'è ancora, ma non solo. Attorno alla kermesse oltre le canzoni c'è spazio anche per i fiori. Non solo quelli con lo stelo, Di rose e di spine ne basta una e avanza. I fiori sono le persone che in ombra in questi giorni lavorano ininterrottamente per rendere belli gli artisti in gara, i loro staff, gli addetti ai lavori e tutte le persone coinvolte negli eventi collaterali che a Sanremo riempiono ogni piazza e teatro. C'è un'aria di glamour che smorza fortunatamente l'ansia da prestazione e lo stress dei mille controlli della sicurezza.
Per un giorno ho provato l'esperienza giocosa di fare la star fra coccole e luci e i risultati sono stati sorprendenti anche se la bellezza parte sempre da dentro. A nulla serve la piega perfetta ed il rossetto rosso fuoco, se poi non si è capaci di sorridere.
Ad accogliermi e rendermi bella il padiglione della Lancome presente a Casa Sanremo ed il salone Maison de beautè di Torino, in trasferta in Liguria per acconciare tutto lo staff che ruota attorno all'etichetta Riserva Sonora.

Antonio, make up artist Lancome e Giandomenico Diaferia, hair stylist con un'esperienza in rai decennale, si danno il cambio fra pennelli e spazzole nell'oasi di bellezza del Palafiori.
Artisti, capaci di valorizzare. A differenza dei pittori loro non partano da una tela bianca, non creano dal nulla, realizzano il trucco e l'acconciatura impeccabile per ogni persona che porta già con sé lineamenti precisi. La loro è quindi un'arte che sa guardare, che sa ascoltare, che rende belli. Tatto, pazienza e fantasia caratteristiche fondamentali, oltre la professionalità che a Sanremo è evidente con i tempi strettissimi.
Abbiamo giocato a fare le star anche se in sala stampa non ce ne sarebbe bisogno, seppure alcuni colleghi cercano popolarità più dei cantanti in gara con alcune domande che se fossero dei temi sarebbero solo introduzione e conclusioni poi affrettate.
Si può essere belle senza essere modelle, si deve essere professionali in ogni ambiente di lavoro, rispettando ruoli ed età. Maria De Filippi docet.

E poi in ogni caso come ci ricorda Paola Turci Fatti bella per te!


L'autore

Nadia Macrì

Nadia Macrì, è nata nel 1977 a Zurigo, ma ha vissuto anche in altre città italiane, isole comprese.
Non è chiaro se per vocazione o per bisogno, alterna pittura, radio, canto, web e scrittura all'arte della medicina. Segue con particolare interesse gli artisti emergenti e ama tutto ciò che è alternativo.
Ha all'attivo diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche, case discografiche e portali musicali. Collabora con diverse associazioni locali e nazionali per la realizzazione di eventi musicali, ma ama soprattutto comunicare con gli artisti attraverso le sue interviste che conclude sempre con la stessa domanda semi-seria: qual è la nota musicale preferita. Quasi a voler costruire una melodia aggiungendo una nota per volta.
Di se stessa dice: "Ci sono quelli che sanno tenere i piedi per terra. E chi ha sempre la testa fra le nuvole. Nadia è a metà. Tra terra e cielo”.
Cerca
Speciale Sanremo - Ultime news...
10 feb 2018 | 4252
9 feb 2018 | 1810
6 feb 2018 | 1935
6 feb 2018 | 2054
5 feb 2018 | 1377
20 feb 2017 | 2956
16 feb 2017 | 4643
9 feb 2017 | 2109
8 feb 2017 | 2506
7 feb 2017 | 2810
30 gen 2017 | 2944
24 gen 2017 | 3078

Speciale Sanremo

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB